Dott. Marco Cavallari

La medicina posturale

COS'E' L'ODONTOIATRIA OLISTICA

Quando parliamo di odontoiatria olistica, in generale intendiamo riferirci ad una visione della singola patologia molto più ampia rispetto a quella tradizionalmente conosciuta ed applicata dalla maggior parte degli studi dentistici.
La parola "olistica" (dal greco olos = tutto) non è un concetto astratto o esoterico, ma rispecchia una metodologia diagnostica e riabilitativa fondata su principi medico-scientifici riconosciuti e fondati e tuttavia abitualmente disattesi poiché rendono generalmente più complesso il ragionamento clinico sul quale si basa il conseguente piano di trattamento odontoiatrico.
Per comprendere l'importanza di un approccio diagnostico di questo tipo al nostro paziente è sufficiente ricordare alcuni semplici concetti di cui si sente parlare sempre più frequentemente ma che il grande pubblico ancora non conosce.
Che il corpo umano sia un insieme di apparati integrati e interdipendenti è facilmente comprensibile ma spesso si dimentica che l'apparato "stomatognatico" (ovvero quel complesso sistema di denti, ossa, muscoli, articolazioni e nervi deputati alla masticazione), non fa eccezione a questa regola essendo meccanicamente e funzionalmente connesso a distretti corporei distanti fra loro.
Se un frequente e fastidioso mal di testa oppure quel dolorino alla spalla o alla schiena che ogni tanto ci tormenta, o ancora l'atteggiamento scogliotico di nostro figlio non si risolvono con le comuni terapie, potrebbe dipendere dalla posizione dei denti, così come una mandibola sporgente o troppo arretrata (quelle che conosciamo come terza classe o seconda classe di Angle), potrebbero essere secondarie ad un piede piatto o cavo e scomparire con la semplice applicazione di un plantare.
Vi sono naturalmente molte altre importanti correlazioni tra la nostra bocca e tutto il sistema osteo-artro-muscolare del nostro corpo, più tecnicamente definite occluso-posturali, (basti citare tra le altre l'interazione tra postura e sistema della visione), molto ben conosciute dagli sportivi ad esempio, che migliorano la loro prestazione solo quando questo sistema è perfettamente in equilibrio; tuttavia la cosa più importante in questa sede è comprenderne l'importanza lasciando il dettaglio clinico alla visita del singolo paziente e definire il concetto fondamentale che ogni singolo individuo è assolutamente diverso e unico e che le riabilitazioni odontoiatriche non possono essere condotte secondo criteri e misurazioni "medie".
Le tecniche di diagnostica occluso-posturale ovviamente, non sono soltanto applicate per la ricerca di una soluzione al cosiddetto paziente "disfunzionale", ovvero colui il quale presenta evidenti sintomi derivanti da una patologia conclamata di questo "sistema", ma, proprio in virtù del ragionamento appena condotto, vengono utilizzate durante le fasi del piano di trattamento di tutti i pazienti. Vi troverete quindi spesso da noi, ad essere sdraiati su un lettino medico per alcuni test posturali necessari per l'individuazione corretta di alcuni parametri gnatologici.
Tutto ciò, allo scopo di costruire restauri conservativi o protesici perfettamente in linea con l'equilibrio corporeo complessivo di ciascuno, evitando per quanto possibile che alterino tale equilibrio introducendo una "noxa" non avvertibile al momento della riabilitazione in quanto tollerata grazie ai meccanismi di adattamento dell'organismo, ma fonte di guai presenti e/o futuri per altre strutture o per il sistema stomatognatico stesso.
Appare quindi evidente che un approccio dentale puro (che non tenga in considerazione tutti i valori appena citati, fondamentali per quello che vorremmo definire uno stato di "benessere" complessivo del nostro organismo), per noi non è più accettabile ed è per questa ragione che nell'ambito del progetto "O.R.I.S." abbiamo dato vita ad un'equipe di medici e odontoiatri (che mi onoro di coordinare) specializzata nella gestione di queste problematiche.
La collaborazione con l'AISOP (Associazione Italiana di Studi Occluso-Posturali) e con il Prof. Tullio Toti e tutti i collaboratori del reparto di Gnatologia Clinica dell'Università San Raffaele di Milano, (che si impegnano a tutto campo da anni affinchè questi principi vengano recepiti ed accettati da tutta la comunità scientifica del mondo odontoiatrico), ci onora e ci incoraggia a percorrere questa strada virtuosa per un'odontoiatria proiettata verso un futuro migliore per i nostri pazienti e di grande soddisfazione professionale per noi operatori.

Indietro

Centri Medico Odontoiatrici Dott. Marco Cavallari

Odontoiatria Olistica e Diagnostica Visio-Occluso-Posturale

Dicono di Noi

Quanto tempo ho perso per la paura di affrontare un intervento che mi avrebbe regalato una vita sociale migliore ed enormemente più gratificante! Ma quando il dott. Marco mi ha parlato della sedazione cosciente, un modo splendido per affrontarlo con serenità, ho deciso: lo faccio! Fantastico, tutto superato senza che neppure me ne accorgessi!

I miei bimbi non volevano neppure aprire la bocca dal dentista! Ormai era un incubo. Ma la dolcezza e l'approccio empatico ed emozionale della Dott.ssa Stefania in MC Dental Team mi ha ridato la speranza di vederli sorridere anche sulla sedia del dentista. Ora mi domandano ogni giorno quando ci ritorniamo!?

Da quando ho conosciuto il dott. Marco e gli amici del suo team posso finalmente andare dal dentista, fare la spesa e passare più tempo con la mia famiglia...